Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul pulsante "Più informazioni"

Attività per la primavera
Spiegazione del gioco

i bambini formano un cerchio, tenendosi per mano. Uno di essi all'interno del cerchio rappresenta il topo, uno all'esterno il gatto.

Il gatto dice: 

Topo, topino, cosa fai nel mio giardino? 

Il topo risponde: 

Mangio grana e bevo vino. 

Il gatto dice: 

Lo sai, caro topino, che sei proprio un bei bocconcino?

Il topo risponde: 

Non però pel tuo pancino. E..io scappo. 

Il gatto: 

E io ti prendo!

I bambini alzano le braccia, permettendo al topino di uscire dal cerchio. Il topo corre cercando di non farsi raggiungere dal gatto. Quando il topo viene catturato diventa un gatto e il gioco ricomincia.

Spiegazione del gioco

I bambini sono in cerchio e un bambino al centro.

Il bambino al centro del cerchio canta:

"Ho perso la cavallina, tintina tintella; 
ho perso la cavallina, tintina cavalier."

Gli altri bambini rispondono

"Dove l'avete persa?, tintina tintella.
Dove l'avete persa, tintina cavalier."

Il bambino al centro del cerchio sceglie la sua "cavallina" tra i giocatori del cerchio, senza dire il suo nome. Gli altri bambini cantano:

"Che occhi aveva? tintina tintella.
Che occhi aveva, tintina cavalier."

Il bambino al centro del cerchio risponde:

..........................(colore degli occhi)

Gli altri bambini cantano:

"Come si chiamava? tintina tintella.
Come si chiamava? tintina cavalier."

Il bambino al centro risponde:

Si chiamava... (nome)?

Il bambino scelto lo sostituisce alla ripresa del gioco.

Occorrente:

Un telone, tanti palloncini quanti sono i bambini.

Spiegazione del gioco

Si dispongono i bambini in due squadre e vengono divise da un telone.

Dare un palloncino ad ogni singolo bambino.

Al via dell'adulto i bambini lanciano quanti più palloncini dall'altra parte. Allo stop vince la squadra che ha meno palloni a terra.

 

Spiegazione del gioco

il gatto addormentato è rappresentato da un bambino seduto al centro del cerchio, con gli occhi chiusi e la testa appoggiata di lato sulle mani.
Gli altri bambini fanno da topini e gli camminano intorno in circolo, cantando questa filastrocca:

Il gatto, il gatto, il gatto ha chiuso gli occhi
non sa, non sa, non sa che cosa fare
Bada, bada, bada che se lo tocchi
il gatto, il gatto, il gatto ti graffierà!
Il gatto sopra al muro si fa la passeggiata
poi torna a casa e fa miao miao miao!

A questo punto un bambino va a svegliare il gatto, che si alza e rincorre il topo che scappa. Il bambino catturato diventa gatto e il gioco ricomincia.

 

Spiegazione del gioco

Poggiare su di un tavolo otto oggetti diversi (si possono usare anche dei peluche di animali diversi per facilitarne la memorizzazione da parte dei bambini) e farli oservare per 20 secondi.
Coprirli con un fazzoletto. 
Fare parlare a turno i bambini, che dovranno ricordare gli oggetti nascosti. 
Vince chi per primo li indovina tutti.

  • Gioco inviato da Ringrazio per questo gioco Valeria Campo da Alcamo
Spiegazione del gioco

Si fa un girotondo tenendosi per mano e si canta:

"La frittata nella padella 
si fa sempre molto bella 
molto bella si farà
se (dire nome e cognome del bambino) si volterà!"


Il bambino nominato si gira di schiena. 

Continua il girotondo fino a quando tutti i bambini sono stati nominati.
A questo punto si canta:

"La frittata nella padella
si fa sempre molto bella 
molto bella si farà 
e la maestra (dire nome e cognome)
tutta quanta se la mangerà!"

Si mima l'azione del mangiare, toccando di volta in volta ogni bambino che si girerà di nuovo!

(ottimo intrattenimento da viaggio!)
Spiegazione del gioco

Bisogna comporre frasi di senso compiuto con parole che cominciano tutte con la medesima lettera, indicando a turno la parola successiva. (es: leggo libri latini lanciando lische leggere lungo laghi lontani).
Vince la frase con più temini!

  • Gioco inviato da Ringrazio Rossella da San Mauro torinese per questo gioco
Spiegazione del gioco

Per giocare è necessario costruire un gioco di carta: il fortunello (clicca sul link per vedere come realizzarlo). 

Si può giocare in due o più amici. 
Sotto ogni spicchio colorato del fortunello si può scrivere un messaggio simpatico (tipo: fai un salto, dai un bacio a chi vuoi tu, stai in equilibrio su un piede, imita un animale, ecc.). Il giocatore che fa il capitano chiede a turno agli altri giocatori un numero. 
Muovendo le dita il capitano apre il fortunello prima in un senso poi nell'altro tante volte quante gli è stato detto dal giocatore. 
Il giocatore sceglierà un colore fra i quattro che appariranno e il capitano gli leggerà il messaggio nascosto.

Spiegazione del gioco

TUTTI I BAMBINI SI TENGONO PER MANO E FORMANO UNA FILA. 
UN BAMBINO NON COLLEGATO CON GLI ALTRI FUNGE DA FORNAIO. 
IL PRIMO BAMBINO DELLA FILA CHIEDE AL FORNAIO:

" FORNAIO E' COTTO IL PANE?"

E IL FORNAIO RISPONDE:

-E' COTTO BRUCIATO!

E DI NUOVO IL BAMBINO:

" CHI L'HA BRUCIATO?"

A QUESTO PUNTO IL FORNAIO DIRA' IL NOME DEL PENULTIMO BAMBINO (Es. Davide).

ORA TUTTI I BAMBINI, A PARTIRE DAL CAPOFILA, PASSERANNO SOTTO IL PONTE COSTITUITO DALLE BRACCIA DI DAVIDE E L'ULTIMO DELLA FILA IN MODO DA "INCATENARLO", CANTANDO QUESTA FILASTROCCA:

"DAVIDE E' MESSO ALLE CATENE 
DOVRA' SOFFRIR LE PENE,
LE PENE DOVRA' SOFFRIR"

QUANDO CIO' SARA' FATTO CON TUTTI GLI ALTRI, IL PRIMO DELLA FILA COMINCERA' AD ARROTOLARSI SU SE STESSO FACENDO ARROTOLARE TUTTA FILA (TIPO SPIRE DI LUMACA) FINCHE' LA CATENA NON SI ROMPE E SARANNO DI NUOVO TUTTI LIBERI.

 

  • Gioco inviato da Ringrazio per questo gioco LAURA da FRONTALE (MC)
Spiegazione del gioco

Si gioca con piu' di 8 bambini.
Un bambino fa il re o regina mentre gli altri pensano a un lavoro (tutti uguale) e a una città (uguale).
Cosi' il re/regina dice:

"da dove venite figli miei?"

E i bambini: dicono la citta'

E poi il re/regina dice:

" cosa avete fatto laggiu'?"

I bambini devono mimare il lavoro.

Il re/regina deve indovinare il lavoro fatto dai bambini.
Se il re/regina ha indovinato il lavoro deve prendere solo un bambino. Il gioco ricomincia!
Il re/regina lo fa il bambino che è stato preso.

  • Gioco inviato da Ringrazio per questo gioco Giulia da porto Ceresio
Pagina 8 di 10

Giochi per bambini

  • Gen 12th 2015
    Spiegazione del gioco:

    Un bambino assume il ruolo della volpe, gli altri bambini saranno le galline. 

    Le galline stanno nel pollaio (un recinto costruito con la corda) e la volpe nella sua tana. 

    Al suono di un campanello le galline escono dal pollaio e razzolano nell'aia, ma all'improvviso arriva la volpe che le vuole prendere per mangiarle. 

    Quando vedono la volpe le galline devono rifugiarsi nel pollaio; se la volpe cattura una gallina, questa diventa volpe.

  • Lug 16th 2014

    I bambini sono tutti disposti in coppie tenendosi a braccetto. Una coppia è però spaiata: un bambino rincorre e l’altro scappa. Il bambino che scappa può salvarsi prendendo a braccetto uno qualsiasi degli altri bambini: in questo modo è il bambino dalla parte opposta che deve scappare. (Se un bambino A è a braccetto con B e il fuggitivo prende a braccetto A, sarà B a continuare la fuga e il precedente fuggitivo è per adesso in salvo!). Quando chi scappa viene preso i ruoli si invertono.

  • Lug 16th 2014

    I bambini saranno disposti in due righe, guardandosi frontamente, suddivisi nella squadra dei CAMMELLI e quella dei CAVALLI. 
    Si racconta una storia che ha protagonisti dei CAVALLI e dei CAMMELLI: ogni volta che l’animatore dice ‘cammelli’, questi ultimi devono scappare dietro una linea posta dietro le loro spalle, a fondo campo. Viceversa dovranno fare i ‘cavalli’ quando verrà pronunciata la loro parola. La squadra che non viene nominata dovrà invece acchiappare più avversari possibile per poter vincere. Vince la squadra che per prima elimina tutti gli avversari.

  • Lug 16th 2014

    I BAMBINI DISPOSTI IN CERCHIO SI TENGONO PER MANO. RAPPRESENTANO LE PORTE DI UN CASTELLO E LE MANI SONO CATENE. UN BAMBINO E' AL CENTRO DEL CERCHIO OVVERO DENTRO IL CASTELLO. I BAMBINI CHE FORMANO IL GIROTONDO INIZIANO A GIRARE E CANTANO
    "APRI LA PORTICINA,
    APRI LA PORTICINA,
    APRI LA PORTICINA
    SE TU VUOI USCIRE"
    IL GIROTONDO SI FERMA E IL BAMBINO AL CENTRO CANTA
    "LA CHIAVE L'HO PERDUTA,
    LA CHIAVE L'HO PERDUTA,
    LA CHIAVE L'HO PERDUTA
    NON SO COME FARO'"
    ED ALLORA I BAMBINI DEL GIROTONDO RIPRENDONO A GIRARE E CANTANO
    "ALLORA STARAI DENTRO
    PER UNA SETTIMANA
    FINCHE' NON HAI LA FORZA
    DI ROMPERE LE CATENE"
    SI FERMA IL GIROTONDO I BAMBINI STRINGONO FORTE LE MANINE (CATENE) E IL BAMBINO DEVE CERCARE DI APRIRLE. SE DOPO "1, 2, 3" IL BAMBINO NON RIESCE A SPEZZARE LE CATENE RIMANE AL CENTRO E IL GIOCO RIPRENDE.
    ALTRIMENTE LUI DARA' LA MANO AI BAMBINI DEL CERCHIO E UNO DEI BAMBINI DEL CERCHIO ENTRA NEL CASTELLO.

  • Lug 16th 2014

    Inizialmente si formano due squadre. Si dovranno sistemare in du file indiane e ogni bambina/o sarà un numero, tranne una/un bambina/o che si metterà distaccato e lontano ma non troppo da queste file e in mano terrà un fazzoletto ogni volta che dirà un numero la/il bambina/o che lo è corre a prenderlo ma avrà come avversario una/un bambina/o  dell'altra fila. Chi va a prendere per prima/o il fazzoletto vince.

  • Lug 11th 2014

    Un bambino prende la palla e si mette ai lati di un campo mentre gli altri bimbi sono sparsi dentro al campo, quando l'adulto dice via il bambino cacciatore (con la palla in mano) inizia a lanciare la palla per colpire uno dei bimbi che corrono nel campo. Se il cacciatore prende un bambino si fa scambio di ruoli.

  • Lug 11th 2014

    Prendete un cappello e mettete la musica. I bambini si passano il cappello e quando fermate la musica chi ha il cappello in testa deve dire il suo nome, e procede così finchè tutti hanno detto il proprio nome.

  • Lug 11th 2014

    Ottimo gioco per memorizzare i nomi.

    Seduti in cerchio. Ci si passa una palla morbida o un peluches. Il primo comincia dicendo “Mi chiamo Luca e mi piace la marmellata”. Passa la palla al suo vicino, che deve dire il proprio nome e una cosa che gli piace: “Mi chiamo Alessio e mi piace la pizza”Completate il giro.

    Tags:nomi gioco
  • Lug 11th 2014

    Seduti in cerchio. Il primo per presentarsi dice il suo nome es:”io mi chiamo Filippo e mi prude il mento”

    Il secondo bambino ripeterà il suo nome e imiterà la mossa.

    Esempio “lui è Filippo e gli prude il mento” e tutti si grattano come loro; a sua volta il secondo dirà il suo nome e dove gli prude.

    Esempio “io mi chiamo Giorgio e mi prude la mano” e così via .

    Tags:gioco nomi
  • Lug 11th 2014

    Disposti in cerchio, l'adulto lancia una palla ad un bambino che la lancia a sua volta ad un altro, chi riceve la palla deve dire il nome di chi gliel'ha lanciata finché tutti hanno ricevuto la palla! 

    Giochi per bambini

    Pasqua grg 2

    Galup Pagina3

    Viaggia leggero....spedisci i tuoi bagagli con GRG!

    bagagli

    Iscriviti alla Newsletter

    Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

    Scarica Adobe Flash Player


    Filastrocche mesi

    Go to top